• Monday

    Chiuso

  • Tuesday

    08:00 - 20:00

  • Wednesday

    08:00 - 20:00

  • Thursday

    08:00 - 20:00

  • Friday

    08:00 - 20:00

  • Saturday

    08:00 - 20:00

  • Sunday

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Taglio di capelli e proporzioni del viso

Un professionista dell’hair style, oltre a conoscere e ad approfondire tutte le tecniche di taglio e acconciatura, deve essere in grado di conoscere le proporzioni del viso delle proprie clienti, in modo da valorizzare al meglio il risultato.

Sono stati effettuati diversi studi relativi alle perfette proporzioni del viso, l’ultimo dei quali è stato condotto dalla Kent University, college inglese dove spicca tra i docenti Chris Solomon, una delle massime autorità accademiche per quanto riguarda gli studi sulle mappature facciali. Dopo una serie di rilevazioni effettuate tramite sondaggi su un campione piuttosto esteso di popolazione, è stato tracciato un identikit sulla base di fattori come lo spessore delle labbra, le dimensioni in lungo e in largo del naso e l’attaccatura della capigliatura. Tramite l’analisi di questi dati, grazie all’aiuto della tecnologia, è stato elaborato un risultato in grado di stabilire le perfette proporzioni facciali per donne e per uomini.

I risultati? Per le donne l’indice più prossimo di proporzione del viso è rappresentato dalle attrici Natalie Portman, Scarlett Johansson e Angelina Jolie, mentre per gli uomini i modelli sono il britannico David Gand, Brad Pitt, Ryan Gosling e David Beckham.

Andiamo dunque a vedere come questa consapevolezza nelle proporzioni dei volti possa essere applicata dagli hair stylist per garantire ai propri clienti dei risultati soddisfacenti a seconda dell’acconciatura che viene scelta.

Per quanto riguarda la frangia, bisogna tenere in considerazione la misura della fronte riportando l’attaccatura al centro della testa, in modo da sapere in maniera esatta quanto la frangia debba essere lunga. Si tratta di un’acconciatura che sposta molto l’attenzione dagli occhi ed esalta la rotondità degli zigomi. E’ dunque indicata per chi ha zigomi poco pronunciati.

Discorso totalmente diverso per chi opta per un ciuffo laterale. Questa acconciatura serve a stemperare l’ovale del viso e per essere realizzata in maniera professionale la parte più corta del ciuffo deve corrispondere all’altezza delle sopracciglia.

La riga in mezzo deve invece tenere in considerazione la lunghezza dei capelli in relazione alle proporzioni del viso. Fondamentale concentrarsi intorno ai punti focali: sopracciglia, punta del naso e bocca.

Un taglio molto in voga ultimamente è il bob, il caschetto alla Valentina di Crepax. Si tratta di un’acconciatura portata in auge da alcune celebrities, ma non è un taglio che fa per tutti. In particolare è sconsigliato per chi ha un viso tendente al rotondo, perché tende a chiudere il viso spostando il peso dei capelli in avanti. Il rischio è quello dell’effetto tendina.

Una delle tecniche più frequenti è la scalatura, particolarmente indicata paradossalmente per due tipi di volti all’opposto. La scalatura, realizzata in modi diversi, è ideale sia per chi ha il viso tondo sia per chi ha il viso squadrato, essendo un’acconciatura in grado di smorzare i lineamenti. Da evitare invece se si hanno zigomi tondi o molto pronunciati.

Chiudiamo questa lista di indicazioni con i due tagli più frequenti: i capelli lunghi e il taglio corto. L’acconciatura che gioca sulle lunghezze è indicata per tutti i tipi di volto, mentre quello corto è particolarmente indicato per chi ha il viso tondo. In caso di zigomi in evidenza o fronte ampia si consiglia invece il pixie cut.

Ovviamente quelle riportate sono delle indicazioni generali. L’abilità dell’hairstylist sta nel saper interpretare queste regole e creare ogni volta la combinazione perfetta in base alle caratteristiche della singola persona.