• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:00 - 20:00

  • Mercoledì

    08:00 - 20:00

  • Giovedì

    08:00 - 20:00

  • Venerdì

    08:00 - 20:00

  • Sabato

    08:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Le acconciature cotonate anni ’60 – ’70 – ’80 sono la tendenza per le feste di Natale

Per le prossime feste natalizie e anche per il prossimo anno torna prepotentemente alla ribalta la cotonatura d’epoca, che si è vista molto in questi ultimi tempi sia in televisione che nelle sfilate di moda e sui red carpet, oltre che su tutti i social. Le cotonature ricordano i decenni dal 1960 al 1980 e ogni donna può scegliere la sua ispirandosi a quelle che sono state rese celebri da attrici, cantanti e modelle.

La cotonatura vintage

La cotonatura vintage è stata decisamente sdoganata negli ultimi mesi del 2021 e questo è sottolineato anche da Pinterest che ha reso noto il suo report dei maggiori trend per la bellezza femminile nel prossimo anno. Si prevede maggior volume dei capelli per ogni donna, ispirandosi all’epoca che più affascina, ma avendo in comune la cotonatura.
E allora, la domanda che viene alla luce riguardo le chiome è: si ringrazierà la propria natura per una chioma folta e vaporosa oppure si seguiranno le tendenze della “generazione Z”? La struttura della chioma potrà essere esaltata utilizzando delle speciali tecniche, oppure la scelta potrà cadere su un look più “spaziale” con l’utilizzo di bun e chignon. La ricerca di hairstyle voluminosi, in ogni caso, è fortemente cresciuta, raggiungendo un incremento del +165%. Per questo, in vista delle imminenti festività natalizie, è possibile alzare al massimo il volume e mantenere poi questa scelta anche durante il prossimo anno. Ogni donna deve scegliere il decennio con il quale ha una maggiore sintonia, e poi provare a regalarsi un’ acconciatura vertiginosa.
Vediamo di seguito alcune delle acconciature di maggior ispirazione per ogni decennio.

Le acconciature anni ’60

In questo decennio le acconciature sono state decisamente influenzate dal volume della cotonatura che ne ha rappresentato il tratto distintivo più importante. La cotonatura, come conferma Luigi Ladisa, è diventata fondamentale per avere un volume e una struttura della propria chioma molto importante. La maggiore caratteristica della cotonatura anni ’60 era costituita dal creare del volume sulla sommità del capo, anche lasciando spettinati e sciolti i restanti capelli, ottenendo dei favolosi “semi raccolti”. Una delle icone di questa cotonatura negli anni ’60 era la famosa attrice francese Brigitte Bardot.

Le acconciature anni ’70

Successivamente, a partire dagli anni ’70, le acconciature iniziavano a cambiare l’idea del volume che rimaneva, ma prendeva altre forme, diventando più naturale e meno strutturato. Uno dei boom di quegli anni è stato quello delle chiome lunghe caratterizzate dalla presenza di onde morbide, un look che faceva l’occhiolino allo stile hippie molto in voga in quegli anni e che oggi viene chiamato con il nome “beach waves”. Molto amate erano anche le acconciature caratterizzate da frange e ciuffi, ideali per incorniciare il viso come nei telefilm delle Charlie’s Angel. In entrambi i casi, a queste acconciature si abbinava un trucco che metteva in evidenza gli occhi, valorizzando in questo modo lo sguardo.

Le acconciature anni ’80

Nel decennio anni ‘80 le acconciature sono ulteriormente cambiate, all’insegna di volumi estremi e nello stesso tempo esagerati, nei quali la “permanente” era il servizio principale che veniva effettuato nei saloni dei parrucchieri per poter ottenere un volume che durasse a lungo nel tempo. Per le chiome ricce, voluminose e frisé era necessario utilizzare dei prodotti come mousse e lacca, che si rivelavano indispensabili alleati sia per definire le forme che per controllarle. Tra i “brushing” estremi e vaporosi che servivano per sollevare le radici, una delle icone di quel periodo è stata senza dubbio la famosa cantante italo americana Madonna, al tempo Louise Veronica Ciccone.