• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:00 - 20:00

  • Mercoledì

    08:00 - 20:00

  • Giovedì

    08:00 - 20:00

  • Venerdì

    08:00 - 20:00

  • Sabato

    08:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Lavare i capelli tutti i giorni fa male?

Lavare i capelli tutti i giorni fa male? Da una parte ci sono i fautori del lavaggio frequente, dall’altra invece chi sostiene che sia meglio effettuare dei lavaggi distanziati di qualche giorno per rispettare la natura delicata del cuoio capelluto e per rendere i capelli più belli e forti. Chi ha ragione?

Chiariamo subito un aspetto fondamentale: i beauty expertise e i professionisti del settore sono concordi nell’affermare che, in linea teorica, è possibile fare uno shampoo quotidiano a patto che si utilizzino prodotti delicati e formulati appositamente per i lavaggi frequenti.

La condizione della capigliatura però gioca un ruolo importante nella scelta della frequenza dello shampoo. Per essere sicuri di non sbagliare e di non rovinare i capelli con abitudini troppo aggressive, occorre considerare due variabili: la tipologia dei capelli e l’ambiente nel quale viviamo.

Come riconoscere il tipo di capelli

Per lavare i capelli tutti i giorni senza rovinarli è necessario conoscere le condizioni della capigliatura, sottoponendola a un breve esame.

Prendiamo un solo capello tra le dita (Strand Test): se non riusciamo a sentirlo, non ne percepiamo la consistenza, è un capello fine. Se, al contrario, lo sentiamo spesso o ruvido, i nostri capelli sono medi oppure folti.

Il secondo step è il cosiddetto Stretch Test. Prendiamo il solito capello tra le dita e tiriamolo. Se si spezza immediatamente, l’elasticità è bassa e la capigliatura necessita di qualche attenzione in più. Se si allunga fino a superare il 50% della lunghezza originaria, la chioma è sana e dotata di un buon grado di elasticità.

Ovviamente il tipo di capelli non è mai una costante perché è un fattore sensibile ai cambiamenti climatici, alla salute, alle varie stagioni della vita e allo stress; può diventare più fine, più grasso, secco o crespo in diverse fasi della nostra vita.

I prodotti per lavare i capelli tutti i giorni senza rovinarli

Stabilire che tipo di capelli abbiamo è fondamentale per scegliere i prodotti giusti perché non è il lavaggio frequente ad alterare lo stato di salute della nostra chioma quanto invece l’utilizzo di detergenti sbagliati o troppo aggressivi.

Il prodotto ideale deve essere delicato, formulato per un lavaggio frequente, privo di solfati e specifico per il nostro tipo di capelli.

È davvero necessario lavare i capelli tutti i giorni?

I capelli grassi richiedono lavaggi più frequenti. Lo shampoo li libera dal sebo in eccesso senza indebolire e alterare la natura del sottile film idrolipidico che li protegge. Un capello secco, al contrario, richiede uno o due lavaggi a settimana.

Da un punto di vista strettamente pratico però sono le condizioni ambientali a cambiare le carte in tavola. Vivere in una grande città, con livelli altissimi di inquinamento atmosferico, allenarsi tutti i giorni in palestra o svolgere un lavoro all’aperto, in un fast food o in ospedale ad esempio, rappresentano dei fattori che richiedono senza dubbio lavaggi più frequenti.

Qualche attenzione in più

Come abbiamo visto, non esiste nessuna controindicazione provata al lavaggio quotidiano dei capelli. Tuttavia, è necessario utilizzare qualche accorgimento in più per evitare di danneggiare la capigliatura.

Prestiamo particolare attenzione all’acqua che non deve essere troppo calda e al balsamo: meglio scegliere un prodotto leggero che idrati soprattutto le punte, la parte più secca del capello. Lo shampoo, utilizzato in piccole quantità, ha bisogno di essere emulsionato e risciacquato con cura. Dopo il lavaggio, i capelli devono essere tamponati delicatamente con un asciugamano in microfibra.

Spazzoliamo i capelli prima del lavaggio e utilizziamo un leave-in e un buon termoprotettore per lo styling in grado di proteggere la chioma dall’uso quotidiano di phon, piastre e ferri arricciacapelli. Il rischio di danneggiare i capelli infatti non deriva dalla detersione quotidiana ma da quello che accade in seguito. Il capello bagnato è senza dubbio più fragile e il calore, soprattutto se utilizzato quotidianamente, può danneggiarlo e provocarne la rottura.