• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:00 - 20:00

  • Mercoledì

    08:00 - 20:00

  • Giovedì

    08:00 - 20:00

  • Venerdì

    08:00 - 20:00

  • Sabato

    08:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Come proteggere i capelli quando si corre

Quando si vuole uscire di casa per andare a correre, per la testa passano una quantità indefinita di domande: se l’orologio da running è carico, se ci si è idratati a sufficienza durante il giorno, se si sono assunte le calorie giuste, insomma, qualunque cosa. In più sorge il problema dei capelli: se decidere di farsi una coda per comodità oppure se scegliere di portare con sé un elastico qualora ci si voglia legare i capelli successivamente. Anche per l’uomo, qualora abbia i capelli lunghi, è importante sapere come legarli nel modo giusto, onde evitare che si possano rovinare.

Come proteggere i capelli quando si corre: cosa dicono gli esperti

Come evidenziato nelle righe precedenti, una moda molto comune è quella di farsi la coda. Se da una parte aggrega con sé una serie di vantaggi, dall’altra può incidere negativamente sul cuoio capelluto.

Joshua Zeichner, direttore di ricerca presso il Dipartimento di dermatologia del Mount Sinai Hospital, afferma che farsi la coda quando si va a correre potrebbe essere controproducente per i capelli. Quest’ultimi, essendo tirati dalla legatura dell’elastico, potrebbero portare ad un progressivo diradamento a causa della tensione a cui sono sottoposti i follicoli peliferi.
Anche un illustre parrucchiere come Jodi Strohl afferma che l’eccessiva esposizione al sole mentre si sta correndo porterebbe ad un indebolimento dei capelli, causando una maggiore secchezza.

Insomma, il connubio sole e sudore non fa assolutamente bene ai capelli, soprattutto se tirati all’indietro. Non a caso, una coda di cavallo abbastanza lunga non farà altro che assorbire il sudore del proprio corpo, inumidendoli ulteriormente.

Come non danneggiare i capelli durante la corsa

Una delle prime cose da fare è verificare che i capelli non siano già rovinati. Se i capelli hanno un aspetto luminoso significa che non hanno nessun problema; se invece risultano opachi o crespi, allora vuol dire che sono rovinati. Vediamo come fare per evitare che si danneggino ulteriormente.

Se i capelli sono rovinati un primo step sarà quello di evitare la coda. Una soluzione è ordinare i capelli in modo differente ogni volta che si andrà a correre. Si potrebbe scegliere uno chignon, in modo tale che raccogliendo i capelli questi non entrino in contatto con il sudore. Si possono comprare delle fasce per capelli, perché anche se entreranno a contatto con il sudore non saranno mai tirati come quando si utilizza l’elastico. Infine, se proprio non si può fare a meno di legarli in giù, si può fare una treccia, così da avvolgere per bene tutti i capelli.

Un altro rimedio per evitare il danneggiamento del cuoio capelluto è quello di scegliere un orario consono per andare a correre. Se i raggi ultravioletti possono essere un ostacolo, andare a correre la mattina presto significa ovviare al problema.

Alcuni esperti affermano che utilizzare un cappello per correre potrebbe essere un’ottima idea. L’importante è lavarlo spesso e non far depositare sudore al suo interno altrimenti si rivelerà un serio problema, più che una soluzione. Indossare un cappello proteggerà anche dal rischio di un’insolazione, per questo se l’unico momento libero che si ha per correre è al di fuori della fascia mattutina è una protezione aggiuntiva.

Andando incontro al periodo estivo, è consigliabile utilizzare uno shampoo antiforfora. Questo, non solo sarà rilevante grazie allo sfruttamento di una sostanza chiamata piritione di zinco, ma aiuterà i capelli a rimanere più sani e lucenti possibile.

Infine, anche l’assunzione di cheratina manterrà i capelli forti, splendenti e idratati.