• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:00 - 20:00

  • Mercoledì

    08:00 - 20:00

  • Giovedì

    08:00 - 20:00

  • Venerdì

    08:00 - 20:00

  • Sabato

    08:00 - 20:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Biondo cenere: il colore di capelli che non passa mai di moda

Se sei indecisa su quale colore di capelli scegliere per la nuova stagione, potresti optare per un evergreen intramontabile: il biondo cenere. Infatti, anche sui social è tornato di tendenza grazie alla sua grande versatilità. Colore di capelli molto raro da trovare in natura, è diventato emblema di femminilità ed eleganza grazie a numerose Star di Hollywood. Infatti, da Jennifer Aniston a Cara Delevigne passando per JLo, molte almeno una volta hanno optato per questa nuance di biondo.

L’importante è assicurarsi che questo colore vada bene con il tono della pelle. Infatti, è consigliabile farsi seguire da un parrucchiere professionista o uno stylist che potrà suggerirti la sfumatura più adatta ai tuoi colori.

Biondo cenere: qual è il giusto punto di colore?

Il cenere è una sfumatura di biondo più scuro e meno brillante rispetto alle nuance più estive. Si parte da una base bionda a cui si aggiungono delle sfumature di grigi che gli conferiscono un’interessante finitura opaca. Poiché è una tonalità dai toni freddi, funziona bene con la pelle dai toni freddi e si abbina bene con sfumature viola o blu. Funziona meglio su carnagioni più chiare e con occhi blu, grigi o verdi.

Tuttavia, puoi trovare varianti biondo cenere adatte anche a tonalità di pelle più scure o olivastre. Tutto sta nel trovare il giusto punto di colore. È perfetto soprattutto per la stagione autunnale e invernale. Per un effetto meno intenso puoi provare anche un balayage, utilizzando luci e ombre.

I vantaggi del biondo cenere rispetto alle altre tonalità

Mentre alcune tonalità di biondo possono sembrare troppo innaturali a causa dell’eccessiva luminosità, il cenere è una variazione più raffinata ed elegante rispetto alle altre colorazioni. Essendo una sfumatura su toni più freddi, tende ad alleggerire il trucco e lo stile in generale.

È comunque possibile scaldare un po’ il colore con riflessi e sfumature sui toni del marrone per chi preferisce nuance di questo tipo.

Come si ottiene il colore biondo cenere?

Per ottenere un biondo cenere, sono necessari due passaggi che devono essere fatti con estrema attenzione. Il primo è la decolorazione per la quale consigliamo di affidarsi ai nostri coloristi esperti. Questo step è fondamentale per preparare i capelli ed eliminare ogni pigmento giallo o arancione. Successivamente, viene applicato il tonalizzante per opacizzare l’effetto finale.

Come prendersi cura del biondo cenere?

Se vuoi far durare più a lungo la tintura biondo cenere e ravvivare i riflessi, ti consigliamo di utilizzare uno shampoo con pigmenti di colore viola. Infatti, questo piccolo trucco può rivelarsi un potente alleato per mantenere i tuoi capelli sempre al top. Il viola elimina i riflessi giallognoli o color ottone, tipici della tinta che scarica la sua pigmentazione.

Non credi nella sua efficacia? C’è una spiegazione scientifica a questo consiglio: il giallo e il viola sono colori complementari e tendono a valorizzarsi a vicenda. Tuttavia, non applicarlo troppo spesso, altrimenti i capelli potrebbero diventare eccessivamente opachi.

Ricorda che in ogni caso le tinture sui toni del biondo richiedono molta cura, infatti, il colore andrebbe ritoccato ogni quattro settimane circa.

Se non sei convinta del risultato finale, puoi sempre passare in rassegna i look delle diverse Star del cinema e della musica che hanno utilizzato questo colore nel corso della loro carriera. In questo modo, potrai trovare l’attrice con i colori più simili ai tuoi e provare a identificare qual è la tonalità di biondo cenere più adatta a te.