• Lunedì

    Chiuso

  • Martedì

    08:00 - 19:00

  • Mercoledì

    08:00 - 19:00

  • Giovedì

    08:00 - 19:00

  • Venerdì

    08:00 - 19:00

  • Sabato

    08:00 - 19:00

  • Domenica

    Chiuso

Seguici su

Ivory Hair

Come contrastare i capelli gonfi idratandoli

Chi non si è mai trovato a dover gestire i propri capelli perché improvvisamente gonfi dopo aver trascorso tempo a trovare lo style giusto?
Si tratta di una condizione che si verifica inaspettatamente quando la chioma è particolarmente secca e manca di idratazione.
Il capello sfibrato, infatti, tende ad accumulare una maggiore quantità d’acqua e quindi a gonfiarsi con l’umidità, provocando un effetto diverso da quello sperato.
In questo articolo vedremo come affrontare il problema con 5 consigli semplici da attuare ma allo stesso tempo di grande aiuto.

1. Idratare, idratare, idratare

Per poter ovviare al problema dei capelli che si gonfiano al primo accenno di umidità, il primo passo da compiere è quello di idratarli nella maniera corretta.
Attenzione alla scelta del giusto prodotto, che deve rispondere alle esigenze di nutrimento ma non risultare troppo pesante sulla cute.
Puoi quindi optare per un kit idratante che comprenda una maschera da applicare due volte alla settimana, lasciandola in posa il tempo necessario per ristrutturare il capello dalla radice alla punta.
Il risultato sarà una chioma più sana e soprattutto una piega più resistente.

2. Evita dei lavaggi troppo ravvicinati

I lavaggi troppo frequenti sono fonte di disidratazione del capello e vanno a scombussolare il suo naturale pH, rendendoli aridi e ingestibili.
Il suggerimento è di provvedere con la pulizia non più di due volte alla settimana, poiché in caso contrario si stressa la cute che produce una maggiore quantità di sebo, facendo apparire il cuoio sempre più sporco.
Utilizza dei prodotti nutritivi ma anche delicati, a base di sostanze naturali che non irritano ma leniscono.
Lavare il capelli troppo spesso porta a un suo rigonfiamento, evidente sia sui tagli corti sia sulle lunghezze, con il risultato di non avere mai il look che si desidera nonostante gli sforzi.

3. Tratta i capelli con gentilezza

La chioma necessita di essere trattata con gentilezza e delicatezza come ogni altra parte del corpo, soprattutto nella fase successiva al lavaggio.
I capelli bagnati sono fragili e delicati, pertanto ci vuole veramente poco a danneggiarli con l’asciugamano e sfregandoli in maniera troppo violenta.
Pertanto, provvedi a tamponare per eliminare l’eccesso di acqua, utilizzando un materiale delicato come il panno in microfibra o in cotone naturale.
Passa poi alla definizione della chioma con il calore e la spazzola, che di seguito andremo a vedere come scegliere e usare per un risultato soddisfacente anche in condizioni di umidità.

4. Opta per la spazzola giusta per non danneggiare la chioma

Ogni tipo di capello richiede una spazzola apposita, che aiuti a districare i nodi senza spezzare il capello.
Per esempio, se i tuoi capelli sono ricci puoi usare una variante a setole larghe, in modo da definirli correttamente senza gonfiarli.
Se invece godi di una chioma liscia, esistono pettini a denti molto stretti oppure spazzole dalle setole più dure.
Fai attenzione anche alla pulizia della spazzola, che deve essere eseguita periodicamente per evitare di sporcare la cute e portare germi o batteri.

5. Attenzione al taglio di capelli

Se nonostante i tuoi sforzi i capelli rimangono secchi e tendono a gonfiarsi, allora devi scegliere con cura il taglio di capelli più adatto, vieni in Salone per una valutazione personalizzata sulle esigenze specifiche del tuo capello e come valorizzarlo al meglio!